Portici di Carta: la libreria più lunga del mondo a Torino
Percorsi

Torino e i “Portici di Carta”: torna la libreria più lunga del mondo

Pensavate esistesse soltanto nei sogni? Invece no: la libreria più lunga del mondo esiste davvero e non dovrete neppure fare molta strada per vederla.

Il 6 e il 7 ottobre torna Portici di Carta, che con la sua XII edizione riempirà i portici del centro della città (via Roma, piazza San Carlo e piazza San Felice) con chilometri e chilometri di libri.

Un progetto della città di Torino e della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, interamente realizzato dalla Fondazione per la Cultura Torino, che anche quest’anno porterà una ventata di novità.

“Portici di Carta”: le novità della XII edizione

Ci saranno ben 123 librai, 19 aree tematiche ed editori provenienti da Torino, dintorni e da tutta la regione. Le librerie e le case editrici saranno suddivisi secondo i tratti tematici di riferimento, ma non è questa l’unica novità.

L’edizione di quest’anno sarà dedicata a Pippi Calzelunghe, la bambina ribelle di Astrid Lindgren che ha guidato e fatto divertire generazioni e generazioni di bambini. In suo onore, Valeria Parrella dedicherà una lezione dal titolo Pippi maestra di femminismo, mentre allo Spazio Bambini gli attori-doppiatori di ODS (Operatori Doppiaggio e Spettacolo) leggeranno gli estratti dal libro. In contemporanea, il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli animerà piazza San Carlo con un momento di pittura collettiva ispirata proprio al personaggio di Lindgren.

Gli eventi di “Portici di Carta”

Incontri, presentazioni di libri, reading musicali, lezioni live, bookcrossing, laboratori e mostre.

Saranno diversi gli spazi dedicati alle numerose iniziative attese per quest’anno. Come quelle dell’Associazione Giardino Forbito nei Giardini Sambuy, della mostra dei tappeti della guerra russa-afghana e di quella fotografica, promossa dall’associazione Wondy sono io, a Palazzo Lascaris e alla Biblioteca Civica centrale.




E ancora, le letture dedicate alla città di Torino, sul tram storico; le presentazioni dei libri Per fortuna faccio il prof , Ho scoperto di essere morto e Ogni ricordo un fiore, rispettivamente degli scrittori Nando Dalla ChiesaJoão Paulo Cuenca e l’esordiente Luigi Lo Cascio (attore e regista). Aldo Cazzullo, poi, presenterà il suo Giuro che non avrò più fame. L’Italia della ricostruzione al Circolo dei lettori.

Attesissimi anche il reading musicale Trio Malinconico di Diego De Silva, tratto dalla quadrilogia dell’avvocato Malinconico e dal suo ultimo libro Superficie e l’affabulazione sentimentale di Fabio Stassi Ogni coincidenza ha un’anima.

Ai Giardini Sambuy, alcuni scrittori torinesi e volontari della cultura daranno vita al più grande scambio di libri in città, contribuendo alla crescita della libreria virtuale www.bookcrossing.com.

Contemporaneamente si terrà un’edizione speciale del mercato della biodiversità Googreen, con i produttori del territorio piemontese accompagnati dagli artisti di strada del progetto “Tanto di cappello”.

Portici di Carta: gli editori attesi

Dopo Sellerio, Laterza, Marcos y Marcos, Neri Pozza, Bollati Boringhieri, quest’anno tocca a emons:audiolibri, la casa editrice che pubblica libri in formato audio dal 2007.

E sarà proprio all’Oratorio San Filippo che sarà possibile assistere al reading di Michela Murgia, dedicato a Canne al vento di Grazia Deledda. In piazza San Carlo, invece, ci sarà quello de La voce delle pagine, accanto al Bibliobus delle Biblioteche civiche torinesi dove si potranno ascoltare estratti dal meglio del catalogo della casa editrice.




E poi ci sarà Gallucci, l’editore di libri per bambini e ragazzi. Gallucci animerà lo Spazio Bambini con i laboratori di Margherita Loy e tantissime altre letture dai suoi libri, tutte curate dalle Biblioteche Civiche Torinesi. All’Oratorio di San Filippo Neri ci sarà, invece, un laboratorio di fiabe musicali con Pier Mario Giovannone.

In piazza San Carlo, lo Spazio Bambini proporrà letture, animazioni e laboratori, sempre in collaborazione con Gallucci editore, Biblioteche Civiche TorinesiIter – Istituzione Torinese per una educazione responsabileDipartimento educazione del Castello di Rivoli – Museo di Arte Contemporanea e il Premio nazionale «Nati per leggere».

E se non vi sembra ancora abbastanza, ci saranno anche le Passeggiate di Portici di Carta.

Le passeggiate quest’anno saranno ben 8 e, alle voci di scrittori italiani e stranieri, si aggiungeranno quelle degli scrittori migranti, con un itinerario particolare che prenderà spunto dal loro sguardo, rivolto proprio alle zone della città in cui sono arrivati da lontano.

“Portici di Carta”: ingresso gratuito e prenotazione delle passeggiate

Nessun biglietto di ingresso per l’evento Portici di Carta. Per le passeggiate, invece, sarà necessario prenotare qualche giorno prima inviando un’email a passeggiate@porticidicarta.it.

Per maggiori informazioni puoi andare direttamente sul sito dell’evento e scoprire tutto il programma!




Classe 1989. A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole. Blogger e Redattrice web.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: