Triberr, crea la tua tribù

Hai mai voluto far parte di una vera tribù? Be’, se possiedi un blog adesso puoi farlo con Triberr!

I blogger italiani la conoscono appena, eppure la community social di Triberr è una delle più attive e coinvolgenti del mondo. Oltretutto, Triberr è uno degli strumenti più efficaci per dare visibilità al proprio sito web e, in un certo senso, si avvicina – largamente – al concetto di base di Guest Blogging. Triberr, infatti, mette a disposizione di chiunque possieda un blog uno strumento potentissimo: quello della condivisione reciproca.

Gli utenti della piattaforma, blogger alle prime armi o web writer già ben avviati, fanno parte di una vera e propria community sociale e possono mettersi in contatto tra loro, condividendo i post del proprio sito web e creando un vero e proprio scambio collaborativo.




Ecco perché Triberr aiuta i blogger a crescere in rete

Risultati immagini per triberr

 

Triberr funziona un po’ come un feed RSS. Ogni utente ha un proprio profilo e condivide con tutta la community gli articoli del proprio blog. Gli altri utenti, interessati allo stesso argomento, vedranno gli articoli dell’utente e li condivideranno sui social network. Perché? Semplicemente per fornire ai propri utenti informazioni in più e per poter arricchire la propria pagina e accrescere le interazioni. D’altro canto, i post condivisi del blogger riceveranno maggiori visualizzazioni, che acquisirà nuovi utenti finali interessati al blog.

E, come in ogni community, i favori vengono ricambiati.

Entra nella tribù con il giusto appeal

Se il proprio post viene condiviso su una pagina seguita da più di 10.000 utenti o, addirittura, da 1 milione di utenti, immaginate quanta visibilità avrete. Triberr, quindi, si trasforma in una piattaforma di conversione oltre che di condivisione. Più utenti che seguono la pagina, più utenti che seguono il blog, più visualizzazioni, più autorità per Google e, in poche parole, una crescita per il blog molto, molto più veloce.

Il consiglio è quello di unirsi a gruppi della community con un numero maggiore di blogger, questo permetterà ai vostri post di essere condivisi da più persone e di essere visti da un maggior numero di utenti.

Un ottimo modo per farsi conoscere quindi e per accelerare il processo di crescita passiva del proprio blog, soprattutto se è ancora poco seguito e si intende acquisire maggiore visibilità. Unica pecca? I blogger italiani che fanno parte delle tribù sono ancora pochi – come al solito -, ma Triberr è uno strumento potentissimo, oltre che gratuito, che vale la pena di far conoscere e utilizzare.

E tu, vorresti far parte della tribù?




 

Written by

Clara Amico

Classe 1989.
A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole.
Blogger e Redattrice web.