Scrittura e produttività: come gestire al meglio il lavoro di scrittura
Passepartout

Scrittura e produttività: ecco gli strumenti che danno una mano

Dalla crisi da foglio bianco allo stress da correzione. Scrivere non è mai facile, soprattutto se bisogna sfornare diversi testi al giorno per lavoro e il tempo per farlo non è mai abbastanza. Ma in soccorso di blogger e scrittori disperati ci sono dei tool davvero utili, che aiutano davvero e ottimizzano la produttività.

Un attimo però. Prima di scoprire tutti gli strumenti che aiutano a scrivere testi chiari, semplici, creativi e, soprattutto, privi di refusi, vogliamo svelarvi qualche consiglio utile per incrementare la produttività. Perché per scrivere bene e fare un buon lavoro non basta conoscere i mezzi da utilizzare, serve anche organizzare al meglio il proprio tempo e il proprio lavoro e rimanere concentrati. In poche parole, è necessario partire con il piede giusto. Anzi, con la mano giusta.

Ecco qualche consiglio su come ottimizzare il vostro tempo e renderlo fruttuoso.

Scrittura e produttività: come organizzare e gestire il lavoro

Chi ha diversi clienti da seguire, diversi blog da gestire, diversi testi da scrivere. Insomma, chi ha le giornate fitte di impegni di scrittura non trascurabili, deve necessariamente trovare un po’ di tempo per organizzare il proprio lavoro.

Avere sotto gli occhi un quadro dettagliato della propria giornata lavorativa può essere deprimente, ma sicuramente utile per migliorare la produttività e usare il tempo nel modo migliore possibile.

Uno dei tool più utili per organizzare gli impegni di lavoro di ogni giorno e riuscire a gestirli in modo ottimale è Asana, uno software gratuito che aiuta a sfruttare il tempo, a strutturare il lavoro e a non dimenticare proprio nulla. Se volete saperne di più su Asana, ecco un articolo che può fare al caso vostro.

Scrittura e produttività: meglio non rimandare

Se c’è una cosa che non aiuta affatto quando si tratta di lavoro, quella è proprio rimandare i lavori più impegnativi, noiosi e pesanti all’interno della vostra agenda.

Il modo migliore per lasciarseli alle spalle è affrontarli. Dopo aver organizzato il lavoro della settimana e avere un quadro più chiaro della settimana lavorativa che vi aspetta, iniziate subito affrontando i lavori più duri e stressanti.

Terminare i lavori più complessi e pesanti fin da subito vi aiuterà ad affrontare meglio il resto della settimana, così potrete concentrarvi via via sulle cose più leggere.

Scrittura e produttività: nessuna distrazione

Una telefonata dall’amica, una notifica su Facebook, un messaggio dal fidanzato e addio concentrazione. Lavorare con continue distrazioni non solo riduce il livello di produttività, ma contribuisce ad aumentare lo stress. E non è colpa del lavoro.

Il consiglio, quindi, è quello di limitare o eliminare del tutto qualsiasi fonte di distrazione e concentrarsi sul proprio lavoro: in questo modo avrete la mente libera da qualsiasi altro pensiero e lavorare risulterà quasi piacevole.

Ora sì, possiamo partire con la mano giusta. Ecco gli strumenti di cui non potrete fare a meno per il vostro lavoro di scrittura. 

Scrittura e produttività: Hemingway Editor, revisione con i fiocchi

I lettori più appassionati lo ameranno per il nome, ma questo tool è fatto soprattutto per chi scrive. Hemingway Editor è uno strumento utilissimo per chi desidera scrivere per i propri lettori e creare testi chiari e ottimizzati. È un valido supporto soprattutto durante la fase di revisione del testo, quella che spesso blogger e web writer evitano per mancanza di tempo. Questo tool consente in pochi secondi di scovare i refusi più nascosti, evidenziando gli errori nel testo ma anche suggerendo modifiche per migliorarlo.

In poche parole, Hemingway fa una vera e propria analisi del testo calcolando le parole utilizzate, suggerendo modifiche nella sintassi ed evidenziando le frasi che andrebbero riformulate.

Insomma, un vero alleato nella fase che precede la pubblicazione. Ed è gratuito.

Scrittura e produttività: Jspell e Language Tool a caccia di errori

Simile a Hemingway Editor è Jspell, un rilevatore di refusi che conta le parole e i caratteri e suggerisce eventuali modifiche da apportare. È possibile settarlo in italiano e, nonostante il design poco accattivante del sito, può essere davvero un utile strumento per il lavoro di scrittura.

Simile a Hemingway e Jspell è Language Tool, un correttore di bozze davvero intuitivo che rende il lavoro di revisione davvero piacevole e rapido. Evidenzia errori di battitura, ma anche quelli sintattici e stilistici, offrendo una panoramica completa del testo e aiutando a correggerlo nel modo migliore. Se volete approfondire sull’utilizzo di questo strumento date un’occhiata all’articolo che abbiamo scritto su Language Tool.

Scrittura e produttività: Tomato Timer, il tempo è prezioso

Per i più esigenti e pignoli, quelli per cui neppure i secondi vanno sprecati, esiste uno strumento indispensabile. Si chiama “pomodoro” ed è un tool gratuito che permette di cronometrare il tempo dedicato ad ogni lavoro. Mentre si scrive, infatti, potrete scegliere tra una pausa lunga o una breve, migliorando di gran lunga la vostra produttività.

Be’, inutile dirlo, Tomato Timer non è consigliato ai tipi ansiosi.




Scrittura e produttività: Ilys, creatività senza freni

Non tutti amano curarsi degli errori durante la fase di scrittura. Qualcuno vorrebbe fregarsene, ma è impossibile farne a meno. Per gli scrittori creativi è difficile scrivere senza guardare lo schermo e rileggere con gli occhi ciò che si sta scrivendo. L’occhio cade lì, sull’ultima parola scritta male. E così vai di modifiche e assestamenti durante la fase di piena creatività.

In soccorso dei cercatori del flusso creativo viene Ilys, un tool che rende invisibile il testo durante la fase di scrittura e che mostra esclusivamente l’ultima lettera digitata.

Se i refusi bloccano la vostra creatività, Ilys può davvero darvi una mano. La revisione, però, è d’obbligo. 

Scrittura e produttività: Repetition Detector che sconfigge la ripetitività

Chi, durante la scrittura di un testo, non ha controllato almeno due, tre, quattro volte il vocabolario dei sinonimi? È inevitabile, non siamo mica tuttologi con una memoria infallibile. Da sinonimiecontrari e treccani online ci siamo passati tutti.

A volte, però, capita che per la fretta di scrivere e pubblicare non si faccia caso all’utilizzo alla ripetizione di una stessa parola all’interno del testo. La ridondanza linguistica è una brutta bestia e va combattuta in favore della grande quantità di sinonimi che la nostra straordinaria lingua ci offre.

C’è un tool che aiuta a scovare le ripetizioni e a renderti il lavoro di revisione più semplice. Il suo nome è Repetition Detector e può essere scaricato sul pc per aiutarti a lavorare in modo ottimale. Le parole ripetute vengono evidenziate, così ti sarà semplice individuarle e sostituirle con un sinonimo. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]E voi, utilizzate o conoscete altri tool utili per ottimizzare i testi e rendere migliore la qualità del vostro lavoro e del vostro tempo? Non siate tirchi: se sì condivideteli con noi scrivendo qui sotto, nei commenti.

Buona scrittura!




 

Classe 1989. A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole. Blogger e Redattrice web.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: