Travel blog: guadagnare con un sito sui viaggi
Guide

Travel blog: come fare marketing storytelling e guadagnare con un blog sui viaggi

Chi ha un sito web dedicato ai viaggi, un travel blog insomma,ha un grande potere tra le mani, un potere che può essere sintetizzato attraverso una sola parola: storytelling.

Viaggio e racconto hanno tanto in comune e chi vuole fare marketing non può slegare l’uno dall’altro.

I siti di viaggi sono tanti, ma pochi funzionano davvero. Spesso si tratta di veri e propri portali turistici che vendono un prodotto o un servizio, siti attraverso i quali poter prenotare il proprio viaggio o scegliere l’hotel nel quale soggiornare. Ci sono, poi, quelli che prima di vendere un viaggio preferiscono raccontarlo attraverso esperienze, guide e consigli di viaggiatori incalliti.

In ogni caso, dietro c’è quella che viene comunemente definita “travel industry” che sui viaggi ci ha costruito un vero e proprio impero del lavoro.

Travel blog e storytelling: itinerari da raccontare e non solo

Prima di partire chiunque cerca storie. Una volta – e un po’ anche oggi – ci si sedeva comodamente sul divano, si apriva una bella guida turistica cartacea e si sfogliavano le pagine alla ricerca di informazioni utili e itinerari da percorrere. Oggi, invece, a chi vuole partire basta aprire il browser e cercare tra migliaia e migliaia di mete turistiche, scegliendo il portale più adatto e navigando da un sito all’altro per scoprire curiosità, scovare consigli, offerte e conoscere più da vicino i luoghi da visitare.

Esistono portali turistici che uniscono le strategie di marketing allo storytelling con lo scopo di vendere i propri prodotti. Tra queste, l’esempio più concreto è dato dalla compagnia aerea Alitalia, che per pubblicizzare alcuni dei suoi servizi ha deciso di utilizzare le travel stories di alcuni blogger. Ma c’è anche chi, da perfetto travel blogger, desidera semplicemente pubblicizzare il proprio spirito da globetrotter e farlo conoscere al mondo.

Alla base ci sono sempre e comunque le storie. Storie che raccontano luoghi e che emozionano ancor prima di essere vissute da chi legge. Si inizia sempre con un itinerario, si descrive un luogo, si spiega cosa vedere, si danno consigli e si condividono esperienze e punti di vista.



Ed è questo ciò che cerca chi si avvicina ad un blog sui viaggi, è questo che cerca il potenziale viaggiatore che si affaccia per la prima volta su un portale turistico: l’ispirazione. L’utente desidera provare emozioni forti e se le storie che legge lo fanno innamorare davvero, con molta probabilità acquisterà il viaggio compilando il modulo o cliccando sul tasto “Prenota” alla fine dell’articolo.

Il travel blog così diventa essenziale e si trasforma in un potente mezzo di comunicazione attraverso il quale è possibile attirare clienti, interagire con gli utenti e convincerli, poi, ad acquistare un servizio o a prenotare un viaggio. 

Travel blog: guadagnare con un sito sui viaggi

Fare marketing con un travel blog: questione di stories

Sui viaggi c’è chi ci ha costruito, come dicevamo all’inizio, un vero e proprio impero. Ma ancor prima di pensare di farne un lavoro e iniziare a guadagnare è essenziale lavorare sulla propria immagine e sulla promozione, studiare le migliori strategie adattandole ai propri obiettivi, imparare a conoscersi e a conoscere il proprio target. Insomma, prima di lavorare bisogna lavorarci su!

Fare marketing sui viaggi è comunque possibile e offre una serie di opportunità davvero interessanti. Lo strumento che più d’ogni altro si presta a questa attività è senza alcun dubbio lo storytelling. Perché? Semplicemente perché il viaggio ricalca alla perfezione le sequenze narrative proprie delle storie: è la sua natura.

Pensate per un attimo a tutte quelle realtà imprenditoriali che attraverso le storie riescono ad arrivare a utenti sconosciuti. Pensate a quei racconti che riescono ad emozionarci in modo autentico e che, puntualmente, vengono condivisi e ricondivisi senza sosta, anche da chi non ha l’imminente intenzione di partire.

Le storie ci legano e da sempre esercitano una forte presa sulle coscienze delle persone: saper raccontare e riuscire ad emozionare attraverso le parole (ma anche attraverso il visual storytelling, il racconto attraverso le immagini) può rivelarsi un’arma vincente. Nel presente, ma anche nel futuro.

Ci sono innumerevoli esempi da tirare in ballo, e non parliamo soltanto delle compagnie aeree che i viaggi – ovviamente – li vendono, ma anche di chi sui viaggi costruisce la propria strategia di promozione, come ad esempio le agenzie di viaggio. Ma non solo. Parliamo anche di quei blogger che raccontano, attraverso la rete, le proprie esperienze in giro per il mondo, diventati oggi punti di riferimento per diversi utenti nel mondo.

 

Lavorare con un blog sui viaggi, la cosa si fa seria

Ma veniamo alla questione che forse più vi interessa, ovvero guadagnare grazie ad un blog sui viaggi. Che ci crediate o no esistono tanti, tantissimi lavori legati ai viaggi e ai travel blog. Costruire un’immagine forte e diventare un punto di riferimento sul web, con una propria identità e con punti di forza ben chiari, è essenziale. Ritenetelo un grosso investimento sul vostro futuro.

Prima di costruire la vostra identità e creare le vostre storie straordinarie, potreste dare un’occhiata ai servizi e ai prodotti che potreste offrire parlando di viaggi. Insomma, escludendo le compagnie aeree che hanno deciso di dare spazio ai travel blogger, ci sono tante attività che potreste proporre sul vostro blog di viaggi. Vediamole insieme.



Recensioni, esperienze, consigli

Avere un blog sui viaggi permette di condividere con i gli utenti esperienze esaltanti e consigli utili. Chiunque, prima di prenotare un viaggio, desidera conoscere punti di vista e opinioni. Un po’ come succede con l’acquisto di un prodotto.

Ovunque voi siate stati, raccontatelo nel dettaglio, aggiungete la vostra esperienza, consigliate un locale piuttosto che un altro, proponete itinerari sconosciuti. Il vostro punto di vista è prezioso per chi cerca informazioni sui viaggi: è il primo passo per diventare un punto di riferimento sul web.

Scrivere guide e infoprodotti

Gli aspiranti viaggiatori vanno ghiotti di guide, manuali e informazioni. E perché non scrivere una guida di qualità con tante informazioni, preziosi consigli e punti di vista interessanti, proponendola a un prezzo concorrenziale? Prima di vendere un prodotto del genere create la vostra nicchia sul web e lavorate sulla vostra credibilità.

Tour operator e guida turistica

Avete mai pensato di promuovervi come guide turistiche attraverso il vostro blog? Se possedete uno spirito organizzativo, se la passione per i luoghi d’arte o per gli itinerari naturalistici scorre nelle vostre vene e, magari conoscete bene la lingua inglese, potreste proporre i vostri tour guidati a turisti e gruppi di visitatori.

Pensate, non dovreste neppure spostarvi. Basterà proporre un tour artistico nella vostra città di residenza o portare i viaggiatori alla scoperta delle bellezze paesaggistiche nelle vicinanze. Il prezzo del ticket? Sceglietelo voi.

Consulente di viaggi online

Il consulente di viaggi è una figura sempre più richiesta, soprattutto online. Ma cosa fa un consulente di viaggi? Come si evince dal nome stesso, offre consulenze su una specifica meta turistica sia perché ci è già stato sia perché ha “studiato” bene il luogo ed è in grado di fornire tutte le informazioni necessarie a chi desidera partire.

Come farlo? La strada più semplice è quella di proporsi alle agenzie di viaggio, non necessariamente della vostra città. La proposta verrà accolta con piacere. Infatti, l’agenzia verrà promossa sul vostro blog e usufruirà delle vostre consulenze per vendere i propri pacchetti di viaggio. Diventereste un vero punto di riferimento. Date un’occhiata alla storia di questa consulente di viaggi, vi aiuterà a trovare l’ispirazione!

Autista per transfer

Non storcete subito il naso, suvvìa! Fare l’autista per transfer, ovvero per quegli spostamenti da e per aeroporto/ porto/ stazione, può rivelarsi un’attività molto fruttuosa e piacevole. Potreste approfondire l’argomento attraverso il vostro blog e offrire un servizio di transfer con tariffe vantaggiose sia agli utenti italiani che a quelli stranieri. Non è una brutta idea, vero?

Travel photographer e giornalista

Se la vostra seconda passione è la fotografia perché non unire le due attività e proporvi alle aziende come travel photographer? Certo, magari non verreste subito ingaggiati da National Geographic, ma potrebbe essere un buon punto di partenza per una esaltante e fruttuosa carriera. Il vostro blog diventerebbe un portale attraverso il quale promuovere i viaggi, raccontando storie e offrendo un portfolio fotografico professionale e interessante per le aziende.

Affiliazioni e sponsorizzazioni

Per ultime, ma non per importanza, le affiliazioni e le sponsorizzazioni potrebbero rivelarsi utili in termini economici. Quando il vostro blog sarà diventato una vera e propria vetrina e i vostri utenti mensili saranno cresciuti a dismisura, le agenzie, le compagnie aeree e le aziende non vedranno l’ora di potersi pubblicizzare sul vostro sito web, anche attraverso articoli che parlano di loro. E molte pagano anche bene.

Insomma, ora che sapete quanto può essere esaltante avere un blog che parla di viaggi non vi resta che lavorarci un po’ su. Lavorate sulla vostra identità, scoprite i vostri obiettivi e iniziate subito a costruire la vostra storia: il viaggio può essere lungo, è vero, ma siamo più che certi che sarà soprattutto emozionante.



Classe 1989. A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole. Blogger e Redattrice web.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: