Ven, Set 20, 2019

Ancor prima di capire come vendere qualcosa, bisogna capire cosa vendere. E con “vendere” non si intende necessariamente un prodotto, ma anche un servizio o la propria immagine. 

Si vende e ci si vende da sempre, ma una cosa è certa: non si può pedalare con una bicicletta senza ruote così come non si può vendere un prodotto senza sapere esattamente cosa offrire al proprio pubblico. 

Oggi, che è così facile creare un’attività dal nulla investendo poco e utilizzando strumenti gratuiti, è altrettanto semplice sbagliare strada e fare un buco nell’acqua. E sono in tanti a fiondarsi su un progetto senza avere la minima idea di a chi rivolgersi e di cosa offrirgli.

In questo articolo, voglio guidarti proprio nella scelta del cosa vendere online, dandoti i migliori consigli per iniziare bene, qualsiasi sia il tuo progetto. Capirai come scegliere il tuo “prodotto” ideale per poter mettere a punto una strategia di marketing davvero efficace. 

Cominciamo subito! 

Cosa vendere online per guadagnare davvero?

Trova il tuo settore di riferimento creando valore

Scegliere cosa vendere online no, non è per nulla facile. Innanzitutto, perché il mercato è così saturo che, anche se creassi un prodotto inedito, brutto e totalmente inutile avresti comunque la sfortuna di trovare qualcuno che ci ha già pensato. 

Chi ti suggerisce di optare per un prodotto o per un servizio basandoti esclusivamente sul volume della domanda e dell’offerta, ovvero sul numero di utenti che lo richiedono e di competitor che propongono lo stesso prodotto o servizio, ti sta consigliando male. E ti spiego perché. 

Non è scegliendo un prodotto molto richiesto e poco venduto che farai carriera. Oggi si vende davvero qualsiasi cosa, a qualsiasi prezzo e senza alcun limite. Inoltre, avere idee brillanti e di successo è più che una rarità, quindi non sforzarti di averne una e non scegliere il tuo prodotto/servizio sulla base della richiesta di mercato. 

Non deve essere questo il tuo punto di partenza. 

Il tuo settore di riferimento deve essere, semplicemente, il settore in cui hai delle competenze o quello in cui desideri specializzarti.

Quindi:

  • trova la tua nicchia di mercato;
  • ritagliati uno spazio nel tuo target market;
  • costruisci il tuo prodotto di qualità. 

In un mondo in cui si gioca al ribasso, professionisti e aziende emergono esclusivamente per la qualità dei prodotti e dei servizi che offrono. Per distinguerti dalla massa, devi mostrarti un esperto nel tuo campo e vendere valore

 

Non rivolgerti a tutti, trova la tua nicchia nell’oceano blu

Ti hanno detto più volte di lasciar perdere il copywriting e di creare siti web perché c’è molta più richiesta? Lo ribadisco, pessimo suggerimento. 

Spostati da quello che è il settore di riferimento generale a quello della nicchia (nuota nell’oceano blu), evita la concorrenza spietata e concentrati sui problemi che tu e soltanto tu, in qualità di esperto nel tuo ambito professionale, puoi realmente risolvere. 

Per iniziare, raccogli informazioni utili, restringi il raggio di azione entro cui costruire il tuo spazio di vendita e individua la tua nicchia di mercato.

Ecco alcune domande a cui dovrai rispondere:

  • quali sono le mie conoscenze più rilevanti? 
  • Quali sono le mie competenze più valide? 
  • Quali sono le esperienze più significative che ho fatto nel settore in cui ho scelto di esercitare la mia attività? 



Dai un volto al tuo cliente e scopri come pensa

Quando avrai individuato il raggio d’azione entro cui lavorare, sarai in grado di accedere ad dati, report e statistiche di mercato che riguardano proprio il tuo target di riferimento. 

Per capire bene a chi rivolgerti, definire il prodotto ideale per il tuo pubblico e offrire soluzioni di valore, ti serviranno due tipi di informazione: 

  • demografiche (per esempio, sesso, età, provenienza del cliente); 
  • psicografiche (come la psicologia d’acquisto o il modo di agire del consumatore).

Sono in particolare questi ultimi a consentirti di conoscere a fondo il tuo pubblico e di delineare i tratti distintivi del tuo cliente ideale. Questo ti consentirà di capire come comunicare, di trovare il tono di voce giusto, di utilizzare i canali giusti e di costruire una strategia di marketing efficace. 

Definisci i tuoi clienti dandogli nome e cognome e descrivili nei particolari. Poi fai una ricerca approfondita per capire meglio quali sono i loro gusti, i loro interessi e i loro bisogni. 

In fondo, se non conosci il tuo cliente, non puoi assolutamente pensare di poter vendergli qualcosa

 

 

Trova la soluzione al problema

Gli utenti, sul web, cercano soluzioni non nozioni. Il tuo obiettivo è offrire risposte di qualità che risolvano un problema, che soddisfino un bisogno e che affrontino un’urgenza dei tuoi consumatori. 

Su molti siti di aziende e professionisti capita non di rado di leggere intere pagine descrittive e informative su un prodotto o su un servizio. Peccato che, spesso, ci si dimentica di parlare della cosa più importante di tutte: il beneficio

È con questi piccoli dettagli che puoi fare davvero la differenza. Perché, una volta scelto il prodotto che desideri offrire, devi analizzare attentamente cosa spinge gli utenti a cercarlo

Capire quali sono le necessità e le esigenze del tuo pubblico, ti aiuterà a trovare la soluzione migliore da offrire. 

Inoltre, ogni volta che crei un contenuto per il tuo prodotto, non dilungarti descrivendo il cosa, ma ricorda di parlare dei vantaggi spiegando il come



Se non sei ancora in target, immergiti

Immergiti del tutto, tuffandoti da tre metri d’altezza e toccando quasi il fondo dell’oceano blu. 

Questo, probabilmente, è il miglior consiglio che posso darti, perché per conoscere davvero i tuoi potenziali clienti (la tua nicchia di mercato), per offrire un prodotto di qualità e una soluzione che sia realmente di valore, dovrai entrare nel loro mondo. 

La cosa positiva è che non dovrai stalkerare nessuno né invitare fuori a cena ognuno dei tuoi potenziali consumatori. Quella negativa è che questa fase richiede comunque un po’ del tuo sudore e della tua fatica. 

Ma stringi i denti, ne vale la pena. La strategia dell’immersione ti consente di conoscere le abitudini, gli interessi e i problemi che affliggono davvero il tuo pubblico. 

Il tuo obiettivo deve essere sempre quello di colmare una mancanza, di offrire qualcosa che gli altri non sono in grado di offrire e di trovare una risposta a un bisogno specifico degli utenti.

Come fare tutto questo?  

  1. Effettua una ricerca dei siti web, dei forum, dei blog che trattano del tuo prodotto o del tuo servizio. Scopri quali sono le problematiche più sentite, gli articoli più letti e leggi i commenti degli utenti per capire come pensano e quali sono i loro dubbi.
  2. Utilizza le parole chiave relative al tuo prodotto o al tuo servizio e scopri se esistono – sul web – prodotti, corsi o servizi come il tuo già in vendita. Scopri quali sono quelli più acquistati e spulcia le recensioni lasciate dagli utenti per scoprire come offrire una soluzione migliore di quella offerta già dai tuoi competitor.
  3. Entra nei gruppi su Facebook relativi al tuo settore di riferimento, ovviamente mettendoti dalla parte del consumatore e non del venditore. Solitamente, in questi gruppi, la gente cerca una soluzione. Ti verrà facile scoprire quali sono le problematiche più rilevanti e i dubbi più grossi che affliggono gli utenti.

Scrivi? Allora potrebbe interessarti questo articolo su come guadagnare scrivendo.

 

Hai già capito cosa vendere online? 

Ok, forse è ancora presto per dirlo, ma adesso sai sicuramente come cominciare bene per creare il prodotto perfetto per il tuo pubblico. 

Che siano corsi online, servizi professionali o prodotti artigianali, è importantissimo che tu definisca ogni singola fase per riuscire nell’obiettivo che ti sei prefissato: ovvero, quello di vendere e far crescere la tua attività.

Quindi, lascia perdere i consigli del cugino tuttofare e dell’amico invidioso, non tralasciare nulla e costruisci le solide fondamenta della tua strategia di business.  

Aspetta, perché ho anche pensato a come aiutarti in questa impresa creando una mappa che riassume tutte le fasi più importanti per aiutarti a lavorare meglio al tuo “cosa” e a costruire un “come” da paura. 

Puoi aprirla e scaricarla cliccando qui: Cosa vendere online – Mappa

Buon lavoro!

 

Classe 1989. A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole. Blogger e Redattrice web.

0 Commenti

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Segui le tracce di caffè

INSTAGRAM

LINKEDIN