Dom, Dic 8, 2019
Affiliate Marketing: come guadagnare con le affiliazioni (anche se non hai un blog)

Oggi, uno dei tanti modi per guadagnare online e far crescere la propria attività è puntare sulle affiliazioni. 

Ok, non hai idea di cosa siano le affiliazioni o di come iniziare a guadagnare con l’affiliate marketing

Non preoccuparti, perché questa in questa guida ti spiegherò proprio come iniziare da zero, anche se non hai un blog o una pagina Facebook da cui partire. 

Chi ben comincia!

Innanzitutto, devi sapere che l’affiliate marketing è un’attività davvero profittevole, ma per iniziare a guadagnare è fondamentale avere le idee chiare e, soprattutto, sapere come generare valore. Cosa significa? 

Significa che per guadagnare con le affiliazioni è fondamentale capire:

– quale sia il bisogno dell’utente per poter offrirgli un beneficio reale;

– puntare sulla qualità delle informazioni e su una comunicazione non aggressiva. 

Quindi, non pensare sia semplice vendere qualcosa online e che basti un buon claim per farlo.

Se, invece, hai già un blog o un tuo canale e hai deciso di iniziare a fare affiliate marketing, sicuramente è un ottimo inizio, ma non dimenticare di condividere con i tuoi utenti contenuti di valore e di vendere prodotti che sei realmente in grado di rappresentare.

Nell’affiliate marketing, ciò che più conta è far percepire i vantaggi e i benefici che i tuoi utenti possono ottenere dall’acquisto dei prodotti che tu stesso vendi e consigli. 

In breve, che tu abbia già un pubblico oppure no, dovrai: 

  • trovare il prodotto giusto da promuovere;
  • conoscere i bisogni degli utenti per offrire loro benefici rilevanti; 
  • costruire strategie di comunicazione efficaci per vendere i prodotti grazie alle affiliazioni. 

Come funziona l’affiliate marketing?

L’affiliate marketing consente di vendere un prodotto fisico o virtuale (es. servizi online) di qualcun altro (soprattutto aziende) per trarne un profitto. In breve, basta accedere a un programma di affiliazione con qualsiasi azienda per iniziare a promuovere i suoi prodotti e guadagnare una commissione per ogni vendita portata a termine. 

Così sembra facile, vero? Ma facciamo qualche esempio per capire meglio di cosa parliamo. 

Poniamo caso che un’azienda venda agende del valore di 10 euro l’una e che il suo programma di affiliazione preveda il 10% di commissioni per ogni penna venduta. Tu, in quanto affiliato, per ogni agenda che riuscirai a vendere guadagnerai 1 euro di commissioni. 

Questo è soltanto un esempio, ovviamente. Le commissioni possono arrivare anche al 50% o al 100% in alcuni casi. 

Oggi, la maggior parte delle aziende sul web offre un programma di affiliazione che consente a blogger, social media manager, youtuber e utenti sprovveduti di guadagnare centinaia o migliaia di euro al mese semplicemente pubblicizzando dei prodotti attraverso i propri canali. O utilizzando, come vedremo, dei semplici strumenti online. 

Ma come si inizia a fare affiliate marketing? Dove trovare i prodotti per fare affiliate marketing? E quali strumenti utilizzare per pubblicizzare questi prodotti e cominciare a guadagnare ottime commissioni per ogni vendita? 

 

Come iniziare a guadagnare con l’affiliate marketing 

Forse lo sai già, ma è bene ribadirlo. Uno dei programmi di affiliazione più conosciuti e utilizzati è quello offerto da Amazon

Amazon offre un programma di affiliazione basato su prodotti fisici e, come vedremo meglio nel paragrafo successivo, affiliarsi ad Amazon potrebbe non essere la più azzeccata per te. In particolare, per le percentuali delle commissioni (fino al 10%), che sono basate su ricavi diretti e indiretti. 

Questo significa che è meglio non utilizzarlo? Assolutamente no. Il programma di affiliazione di Amazon offre tanti vantaggi. Il fatto che sia uno dei marketplace più famosi e utilizzati al mondo lo rende già di per sé una buona soluzione, anche l’affidabilità e per il numero di utenti che quotidianamente entra per acquistare.

Quindi, nonostante la percentuale delle commissioni sia bassa, i grandi numeri e la visibilità della piattaforma potrebbero consentirti di guadagnare ottime cifre, anche con la promozione di un solo prodotto. 

Dove trovare altri prodotti, fisici o virtuali, per iniziare a guadagnare? 

Ma non fermarti ad Amazon. Tra poco capirai che là fuori c’è un mondo di opportunità per quanto riguarda le affiliazioni. 

Uno dei siti web più noti per la ricerca dei prodotti da promuovere è ClickBank. ClickBank è una piattaforma che mette a disposizione migliaia di prodotti fisici e virtuali (dagli integratori alimentari ai video-corsi) divisi principalmente per categoria di interesse. 

Se, ad esempio, ti occupi di marketing puoi andare direttamente sulla categoria E-Business & Marketing e trovare tanti prodotti interessanti da promuovere sul tuo blog o utilizzando le sponsorizzate su Facebook.

Cliccando su qualsiasi tipo di prodotto, all’interno di ogni pagina di categoria, troverai un link per attivare il programma di affiliazione. Ti si aprirà, quindi, una pagina di atterraggio, una landing page con tutte le informazioni relative alla percentuale di commissione che potrai guadagnare per ogni vendita. 

Ma ci sono anche altri siti per guadagnare con le affiliazioni, ovvero quelli di aziende e brand di settore (ad esempio, N26, Groupon, Nike, Envato). Quasi tutte le aziende, ormai, offrono un programma di affiliazione vantaggioso. Quindi, non ti resta che andare alla ricerca dei brand più affini al settore che ti riguarda o che ti interessa per iniziare a promuoverei loro prodotti. 

Quali sono i prodotti migliori per fare affiliate marketing? 

Questa è un’ottima domanda. Considera che, i prodotti digitali (come video-corsi, template per WordPress o servizi online) hanno una percentuale di commissione più alta rispetto ai prodotti fisici, proprio perché le aziende che li vendono non hanno grosse spese a parte l’acquisto del dominio, dell’hosting e delle campagne pubblicitarie. 

Può capitare, quindi, che questi prodotti arrivino a generare un guadagno del 50% e, addirittura, del 100% su ogni vendita effettuata. 

Ma c’è un altro importante fattore da considerare nella scelta del prodotto perfetto. 

Infatti, i prodotti migliori per iniziare a fare affiliate marketing sono sì quelli virtuali, ma soprattutto quelli ricorrenti, con abbonamento mensile o annuale. Di che si tratta? 

Molte aziende offrono dei servizi virtuali come pacchetti di hosting+dominio, contenuti editoriali, abbonamenti per lo streaming on demand e altri servizi rinnovabili che prevedono piani di abbonamento per gli utenti. 

In questo caso, il programma di affiliazione non solo ti dà la possibilità di guadagnare delle commissioni sulla vendita, ma ti offre anche delle entrate costanti.

Bada bene che il vantaggio principale sta nel non dover attivare costantemente nuove campagne di promozione o nel dover continuamente andare alla ricerca di altri prodotti da promuovere, perché riceverai entrate passive ricorrenti (mensili e annuali) per ogni utente che rinnova il piano in abbonamento. Un grande vantaggio, non credi? 

Entrate ricorrenti: due piattaforme perfette per iniziare a fare affiliate marketing

Due delle piattaforme online che offrono ai propri utenti servizi in abbonamento e programmi di affiliazione con entrate ricorrenti, ad esempio, sono ClickFunnel e Builderall che, come vedremo tra pochissimo, saranno anche la risposta a un’altra tua domanda, ovvero: 

“Se non ho un blog o un sito web da cui partire, come faccio a guadagnare con le affiliazioni?”.

Usare i social Network 

Hai un profilo su Facebook, ma non hai né un blog né un canale tutto tuo su Youtube e non vedi l’ora di muovere i primi passi nel mondo dell’affiliate marketing? 

Ti basterà creare una pagina su Facebook e scegliere l’argomento e il target giusto per te. Ti consiglio, però, di iniziare a lavorare sulla tua identità e sulla comunicazione, così da poter partire con una buona fanbase prima di iniziare a promuovere i prodotti delle aziende a cui hai deciso di affiliarti. 

Puoi iniziare a partecipare ad alcune community per far crescere il numero dei fan della tua pagina e utilizzare altri social media per cominciare a sponsorizzare i prodotti, da Instagram a Youtube. 

Avere un blog o un sito web non è, quindi, essenziale. Ma è sicuramente importante in un’ottica di conversione. 

Come vedremo meglio nei paragrafi successivi, un sito web non solo ti consente di costruire un’ottima reputazione sul web e di poter promuovere i prodotti in modo più efficace, ma anche di utilizzare strumenti digitali utili per la tua attività e per la tue campagne di affiliate marketing. 

Creare funnel di vendita senza avere un blog, un canale Youtube o un sito web 

Solitamente, per creare un funnel di vendita efficace, bisogna utilizzare un gran numero di strumenti e saper destreggiarsi tra varie piattaforme. 

Pensa che, per creare un funnel, è necessario:

  • acquistare un dominio e un hosting web;
  • utilizzare un CMS come WordPress; 
  • creare un sito web;
  • utilizzare diversi plugin per la realizzazione di landing page efficaci; 
  • acquistare e utilizzare autorisponditori automatici come GetResponse;
  • utilizzare servizi per l’acquisizione, per l’invio di email automatiche e per la creazione di mailing list; 
  • monitorare le diverse attività di conversione. 

Ti è venuto mal di testa? Lo so, per fare tutto questo serve un bel po’ di esperienza e anche un budget piuttosto alto da investire per l’acquisto dei diversi strumenti. 

Ma c’è una buona notizia, anzi ottima! Se sei all’inizio e non sai come utilizzare questi strumenti, e soprattutto non vuoi spendere grosse cifre, puoi creare dei funnel in pochi passi e spendendo delle cifre irrisorie. 

Semplicemente, utilizzando delle piattaforme all-in-one

Scopriamole subito. 

ClickFunnel, il funnel builder più usato nell’affiliate marketing

ClickFunnel è una piattaforma che offre tutta una serie di strumenti digitali utili per creare funnel, percorsi di vendita e per far crescere qualsiasi attività. 

L’abbonamento per utilizzare ClickFunnel costa circa 97 dollari al mese, ma si tratta di una cifra piuttosto bassa considerando il gran numero di strumenti offerti all’interno di un’unica piattaforma. Acquistandoli altrove, spenderesti molto, molto di più.

Ma aspetta. Con questo tool, non solo puoi promuovere facilmente i tuoi prodotti e quelli di altri aziende a cui hai deciso di affiliarti, ma puoi anche aderire al suo programma di affiliazione

Puoi iscriverti gratuitamente al programma di affiliazione di ClickFunnel per iniziare a guadagnare fin da subito.

Considera che, ogni affiliato di ClickFunnel può guadagnare il 40% delle commissioni per ogni utente che atterra sul sito e decide di acquistare un piano in abbonamento. E quel 40%, ovviamente, rappresenta un’entrata ricorrente.

Questo significa che guadagneresti 40 dollari al mese soltanto per un singolo utente acquisito perché, grazie al piano di abbonamento con rinnovamento mensile, le entrate sarebbero costanti. 

Se riuscissi a far acquistare il piano di ClickFunnel a quattro utenti, guadagneresti 160 dollari al mese. Per dieci, ne guadagneresti 400 e così via. E tutto questo, senza dover reinvestire alcun budget per la promozione dei prodotti. In fondo, basta una sola campagna ben fatta. 

VUOI PROVARLO GRATUITAMENTE PER 14 GIORNI?



Builderall, la piattaforma perfetta per chi parte da zero (e con poco in tasca)

Puoi aderire anche al programma di affiliazione di Builderall, un’altra piattaforma molto interessante che non solo offre tanti strumenti per fare affiliate marketing, ma che mette a disposizione un programma di affiliazione davvero molto vantaggioso.

Si tratta di una soluzione più economica di ClickFunnel e anche più remunerativa per gli affiliati, perché aderendo al piano Business puoi utilizzare tutti gli strumenti della piattaforma e guadagnare:

  • per il primo mese, il 100% delle commissioni per ogni nuovo utente che riesci a far affiliare alla piattaforma;
  • dal secondo mese in poi, il 30% dell’importo del suo abbonamento mensile;
  • e, inoltre, il 30% degli abbonamenti mensili di tutte quelle persone che i tuoi utenti acquisiti riescono a portare all’interno del programma di affiliazione. 

Quanto costa? Soltanto € 44.90. Sì, la metà di ClickFunnel.

Ora che hai le idee più chiare, possiamo passare alla pratica. 

Se parti da zero, senza un blog e senza aver mai utilizzato alcun canale per la vendita, puoi usare diversi strumenti online per creare funnel e pagine di atterraggio per promuovere i prodotti delle aziende a cui hai deciso di affiliarti.

Guadagnare con le affiliazioni senza blog e pagina Facebook

Se sei esperto in un determinato settore o ti appassiona qualcosa in particolare, ma non hai ancora uno spazio tutto tuo per costruire un tuo pubblico e diventare un punto di riferimento, puoi creare un blog da zero o attivare un tuo canale Youtube.

Questo è, ovviamente, il miglior modo per fare affiliate marketing, perché ti consente di definire la tua identità sul web, di diventare riconoscibile e di costruire un rapporto di fiducia con i tuoi utenti. 

Ma se preferisci non avventurarti nella creazione di un blog o di una base di fan attiva e, soprattutto, non vedi l’ora di partire per iniziare a guadagnare con le affiliazioni, puoi utilizzare tanti strumenti online dedicati proprio all’affiliate marketing

Ecco, quindi, come iniziare tenendo conto della tua situazione di partenza: 

  • se non hai un blog o un canale su Youtube e non vuoi averne, puoi semplicemente aderire a un qualsiasi programma di affiliazione, creare un account pubblicitario su Facebook e iniziare a utilizzare le campagne a pagamento inserendo i tuoi “link di affiliato”. In questo modo, potrai promuovere i prodotti dell’azienda creando sponsorizzate ben targettizzate e portare gli utenti direttamente sul loro sito per acquistare. In questo caso, ovviamente, partiresti senza avere una base di fan attiva e promuoveresti i prodotti in modo diretto e senza pagine “intermedie”;
  • se non hai un blog o un canale Youtube ma vuoi creare dei funnel per “incanalare” gli utenti in un percorso di vendita davvero efficace, puoi aderire al programma di affiliazione che più preferisci e utilizzare gli strumenti che abbiamo visto sopra per creare siti web e landing page (pagine di atterraggio) potenti, in modo da acquisire contatti, generare mailing list e promuovere i prodotti con campagne a pagamento come Facebook Ads; 
  • se, invece, hai già un blog o un canale su Youtube e parti già con un pubblico attivo, puoi creare dei funnel di vendita molto efficaci realizzando landing page e collegandole a campagne a pagamento targettizzate. Inoltre, puoi inserire i tuoi link di affiliazione all’interno dei tuoi blogpost o parlare dei prodotti all’interno dei tuoi video, linkando alle pagine prodotto per l’acquisto.

Ok, le possibilità sono tante. Ma perché il funnel è così importante per fare affiliate marketing

Come creare una landing page: consigli preziosi

Funnel, landing page e follow up: le fondamenta dell’affiliate marketing 

Per creare il cosiddetto funnel, letteralmente “imbuto”, si utilizzano sia metodi gratuiti che campagne a pagamento. Ma l’elemento essenziale dell’affiliate marketing, il perno attorno a cui ruota tutta la strategia di vendita, è proprio la pagina di atterraggio (landing page). 

La landing page può essere finalizzata all’acquisizione dei contatti (squeeze page), alla vendita di un prodotto (sales page) o puntare ad entrambi gli obiettivi. Quest’ultima è la scelta migliore e tra poco ti spiegherò perché. 

Cos’è la pagina di atterraggio?  

La pagina di atterraggio funge da “intermediario” tra il contenuto che promuovi attraverso una campagna a pagamento (che contiene il tuo link da affiliato) e il sito web dell’azienda a cui ti sei affiliato. 

Come funziona?  

L’utente che clicca sul contenuto sponsorizzato, che puoi promuovere semplicemente impostando e attivando una campagna a pagamento su Facebook, atterra sulla pagina di vendita che hai creato ad hoc per la conversione e, grazie a un pulsante contenente il tuo “link di affiliato”, viene fatto atterrare sul sito dell’azienda per l’acquisto del prodotto.

A cosa serve? 

La landing page serve ad incrementare il tasso di conversione, proprio perché grazie alla presenza di una “pagina di passaggio” che permette di “filtrare” gli utenti e di portare allo step successivo soltanto quelli realmente interessati al prodotto, consente di veicolare la vendita nel modo migliore. 

Infatti, il principale obiettivo della landing page è quello di sfruttare strategie di comunicazione persuasive e non aggressive per convincere gli utenti ad acquistare un prodotto anziché spingerli subito all’acquisto.  

Ma c’è un altro vantaggio offerto dalla landing page: l’acquisizione di contatti (lead). 

Acquisizione di lead e raccolta di email 

In questo caso, si parla di follow up. Grazie alla landing page, gli utenti potenzialmente interessati al prodotto ma ancora poco convinti o non intenzionati a comprarlo immediatamente, non andranno persi. 

Potrai farti lasciare la loro email per attivare delle campagne gratuite di email marketing, creare una mailing list di potenziali clienti interessati e sfruttare la posta elettronica per vendere i prodotti successivamente. 

Ricorda di farti lasciare il contatto email con la promessa di un beneficio.  

Grazie alla mailing list, puoi sfruttare il meccanismo del follow up e utilizzare le email raccolte per inviare agli utenti potenzialmente interessati informazioni, consigli utili, suggerimenti sempre volti alla conversione. 

Devi sempre tener conto che l’obiettivo è spingerli ad acquistare il prodotto che stai promuovendo, quindi crea delle email personalizzate per spingere, pian piano, gli utenti ad acquistare quel prodotto. 

Ricorda bene: questo non significa che dovrai bombardare gli utenti con email aggressive per l’acquisto del prodotto, ma che dovrai studiare un piano di azione e di comunicazione fatto soprattutto di contenuti di valore (consigli, case studies, esperienze personali) che li convinca, in modo naturale e graduale, ad acquistare un determinato prodotto. 

Parliamo di un prodotto di qualità, che offra un reale vantaggio ai tuoi utenti. Alla fine di questa guida, troverai tanti articoli utili per iniziare al meglio e rendere efficace la tua strategia di vendita. 



Gli strumenti per fare affiliate marketing da zero 

Siamo arrivati al dunque. Il principale vantaggio dell’affiliate marketing è che non bisogna essere programmatori o investire fior di quattrini per iniziare a guadagnare. 

Che tu abbia un blog o che non ce l’abbia, che tu sia un esperto di codice html e css o che non conosca affatto le basi dell’informatica, ci sono degli strumenti che ti consentiranno di creare canali di vendita e acquisizione di lead in pochi minuti. 

Ne abbiamo parlato prima, uno di questi è ClickFunnel. ClickFunnel ti dà la possibilità di creare dei funnel in modo efficace e veloce, ma ha una pecca. Costa 97 dollari al mese e non ti dà la possibilità di generare e inviare email automatiche. Quindi, ci sono altre soluzioni? 

La risposta è sì. 

Esiste un’altra soluzione, molto più economica e interessante di ClickFunnel: si chiama Builderall. Builderall è una piattaforma davvero completa che mette a disposizione degli affiliati una serie di strumenti utili per iniziare a fare affiliate marketing o per far crescere la propria attività online:

  • un costruttore di siti web che ti consente di creare il funnel più adatto al tuo prodotto o alla tua attività, sulla base degli obiettivi che desideri raggiungere e di creare un gran numero di siti web per rendere visibile la tua attività; 
  • un creatore di video, di grafiche e di presentazioni, molto utili per chi desidera realizzare ottimi video e piccoli progetti di graphic design per il proprio lavoro e per le proprie campagne pubblicitarie; 
  • un risponditore automatico (MailingBoss) che consente di generare liste di contatti, selezionare campagne per l’invio di email personalizzate a liste specifiche e di monitorare l’intera attività di conversione. Basta semplicemente impostarlo e attivarlo;
  • strumenti per la creazione e la gestione di video-corsi online; 
  • applicazioni come Facebook chatbot, generatori di script, audiopost e altri strumenti interessanti da impostare in modo semplice e intuitivo.

Allora, sei pronto a guadagnare con le affiliazioni?

In questa guida, abbiamo visto come iniziare a fare affiliate marketing (soprattutto se parti da zero), come scegliere il prodotto giusto, dove trovarlo per iniziare a guadagnare con le affiliazioni e quali piattaforme utilizzare per raggiungere i migliori risultati con l’affiliate marketing. 

Vuoi provare ClickFunnel per 14 giorni? Provalo subito! È gratis.

Ovviamente, ci sono tanti altri strumenti da poter utilizzare, soprattutto da chi possiede già un blog o un canale su Youtube e desidera costruire strategie di affiliate marketing super profittevoli. 

Ma prima di lasciarti al tuo lavoro, ecco alcuni link utili per iniziare a costruire il tuo business digitale con l’affiliate marketing

Conoscere la mente del cliente e il processo d’acquisto

Come vendere qualsiasi cosa

Cos’è l’inbound marketing e come si costruisce una strategia inbound

Come creare una landing page

Come creare una campagna con Facebook Ads

Come scrivere post efficaci

Come creare un sito web da zero

Classe 1989. A volte scambio un pennello per una penna e inizio a dipingere parole. Blogger e Redattrice web.

0 Commenti

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Segui le tracce di caffè

INSTAGRAM

LINKEDIN